Nel calcio, un bravo giocatore è quello che tocca la palla una sola volta e sa dove andare: l’essenza del calcio olandese è tutta qui

Nel calcio, un bravo giocatore è quello che tocca la palla una sola volta e sa dove andare: l’essenza del calcio olandese è tutta qui. Di solito gli allenatori sono fissati col movimento, chiedono di correre per novanta minuti e dare l’anima in campo. Ma non è necessario correre troppo, il calcio si gioca con il cervello. Devi essere al posto giusto nel momento giusto, né troppo presto né troppo tardi.

Leggendo il libro di Cruyff mi sono soffermato su questo paragrafo. Mi ha fatto riflettere sul come alleniamo, sul cosa chiediamo ai nostri giocatori. Su cosa pretendiamo. Forse è molto più semplice di quello che pensiamo, che non significa far fare ai giocatori quello che vogliono.

Cruyff scrive che il grande Ajax è nato con la disciplina e la tecnica. Il giusto mix di Michels era: TALENTO, TECNICA E DISCIPLINA.

“Ciò che imparai è che il calcio è un processo in cui prima si fanno gli errori e poi li si analiza per trarne una lezione e non lasciarsi demoralizzare.

Stefano

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial