Pulcini: il controllo orientato di Tobia Bassani (6-7-8)

Nr. Giocatori:                         12

Mesociclo n.:                          1

Seduta di allenamento n.:      6/8                  

Durata totale:                         90′

Obiettivo tecnico principale: controllo orientato

Sottobiettivi tecnici:               smarcamento, 1c1, tiro in porta

 

Prima parte: Attivazione (durata: 25′)

  1. Gara di rigori (10′)
  1. Palleggio individuale libero (5′), poi alternato piede-coscia-piede (5′) e infine piede-coscia-testa-piede (5′)

 

Seconda parte: Sviluppo capacità coordinative (durata: 20′)

  1. Circuit Training – due stazioni con sei giocatori ciascuna

Double in-out su speed ladder → Passaggio alternato sotto/sopra over 40 e 10cm → conduzione palla con interno piede tra paletti (due tocchi)→ balzelli in rapidità su cerchi con un appoggio  per cerchio

Tra un’esercitazione e l’altra recupero in camminata (vedi figura).
Sei ripetizioni del circuito per giocatore con recupero passivo di 1′ al termine di ognuna.

 

Terza parte: Obiettivo specifico (durata: 20′)   

  1. Controllo orientato, trasmissione e tiro in porta – due stazioni da 5 giocatori + due porte (con portieri): A parte in conduzione palla libera, dribbling/finta al cono, trasmissione al compagno (B) che effettua lo smarcamento, il quale effettua controllo orientato (libero) e appoggia per A che va a concludere. Appena terminato, B recupera la palla ed A prende il posto di B.

Quarta parte: attività ludica + eventuale verifica (durata 25′) 

  1. Partita libera 3v3 (due campi), con goal valido solo se il tiro in porta viene effettuato dopo uno-due. (10′)

Partita libera 3v3 (due campi) (15′)

Controllo orientato

Attivazione (Es. 1): gioco “sfogo” ideale per iniziare l’allenamento, solitamente in questa fascia d’età è quello preferito tra i ragazzi.

Attivazione (Es. 2): esercizio tecnico con coefficiente di difficoltà semplice (palleggio libero), medio (palleggio due tocchi) e difficile (palleggio a tre tocchi)  .

Sviluppo capacità coordinative (Es. 3): Circuit training che prevede e favorisce lo sviluppo delle capacità coordinative generali e speciali. Nel percorso con gli over si passa sotto strisciando, e sopra con un balzello monopodalico. Viene stimolata anche la rapidità (capacità condizionale).

Obiettivo Specifico (Es. 4): esercizio molto simile per obiettivi a quello svolto nella seduta precedente, con la variante di una nuova trasmissione (dopo controllo orientato) di B verso A che andrà a concludere. Tra gli obiettivi, questa attività favorisce la conoscenza e l’apprendimento del concetto di uno-due.

Attività ludica, con eventuale verifica (Es. 5): in riferimento all’esercizio precedente si gioca un 3c3 con goal valido solo dopo aver effettuato una combinazione (uno-due) prima di calciare in porta.

Infine (es. 6) la partita viene disputata senza vincoli.

 

Nr. Giocatori:                         12

Mesociclo n.:                          1

Seduta di allenamento n.:      7/8                  

Durata totale:                         90′

Obiettivo tecnico principale: controllo orientato

Sottobiettivi tecnici:               smarcamento, 1c1, tiro in porta

 

 

Prima parte: Attivazione (durata: 25′)

  1. Palla avvelenata (10′)
  2. Calcio tennis 3v3 (15′) due campi

 

Seconda parte: Sviluppo capacità coordinative (durata: 20′)

 

  1. Circuit Training – due stazioni con sei giocatori ciascuna

Capovolta + skip frontale su speed ladder → Skip laterale (3dx + 3sx) su over 10cm  → Skip  laterale misto su speed ladder + conduzione palla con esterno-suola piede tra paletti (due tocchi)

Tra un’esercitazione e l’altra recupero in camminata (vedi figura).
Sei ripetizioni del circuito per giocatore con recupero passivo di 1′ al termine di ognuna.

 

Terza parte: Obiettivo specifico (durata: 20′)

 

  1. Controllo orientato e trasmissione – Treccia

a due giocatori: trasmissione al compagno e movimento per favorire l’appoggio. Il giocatore che riceve la palla deve effettuare un controllo orientato verso l’interno del campo.   (10′)
a tre giocatori: il giocatore centrale appoggia ad uno dei due laterali ed effettua successivamente un movimento alle sue spalle allo scopo di creare una nuova linea di passaggio (10′)
Variante: in caso di esercitazioni ben eseguite, si può inserire il tiro in porta al termine del percorso.

 

Quarta parte: attività ludica + eventuale verifica (durata 25′)    

  1. Partita a tema (10′) – 5v5 (più due portieri), si gioca con le mani ed il goal si può realizzare solo al volo ed è valido dopo almeno tre passaggi consecutivi.
  2. Partita libera (15′) – 5v5 (più due portieri)

Controllo orientato

Attivazione (Es. 1): gioco divertente che prevede l’utilizzo di diversi schemi motori di base (correre, saltare, rotolare ecc.) e richiede buona capacità coordinative (specialmente oculo-manuali) nonché mentali (concentrazione, attenzione)

Attivazione (Es. 2): divertente attività che richiede (e sviluppa) buone capacità tecniche e coordinative, e permette inoltre di lavorare sulle traiettorie.

Sviluppo capacità coordinative (Es. 3): Circuit training che prevede e favorisce lo sviluppo delle capacità coordinative generali e speciali. Il recupero tra un’esercitazione e l’altra si effettua camminando lentamente ed in forma corretta fino all’inizio dell’esercitazione successiva. Vengono stimolate componenti quali capacità condizionali (rapidità), oltre ad una minima componente tecnica.

Obiettivo Specifico (Es. 4): la “treccia” prevede come obiettivi tecnici controllo orientato, trasmissione, visione di gioco ed eventualmente tiro in porta. Esercizio completo perché dinamico.

Attività ludica, con eventuale verifica (Es. 5): partita a tema, con le mani, nella quale si prefissa come obiettivo principale lo smarcamento finalizzato all’appoggio, e che riprende quanto fatto durante l’esercizio precedente.

(Es. 6): partita libera, senza vincoli.

Nr. Giocatori:                         12

Mesociclo n.:                          1

Seduta di allenamento n.:      8/8                  

Durata totale:                         90′

Obiettivo tecnico principale: –

Sottobiettivi tecnici:               –

 

  1. Torneo (60′)

due campi, 3v3 con quattro porte

  1. Partita libera 5v5 + Portieri (30′)

Controllo orientato

Come ultima seduta del mesociclo, si propone un allenamento di “scarico”: 90′ interamente dedicati a vari tipi di partita (3v3, 6v6 in questo caso), prima di cominciare un nuovo mesociclo.

Foto tratta da: https://www.mobilesport.ch/calcio/calcio-gs-sport-per-bambini-i-metodi-dellallenamento/

Stefano

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial