Pulcini: il controllo orientato di Tobia Bassani (5)

Nr. Giocatori: 12

Mesociclo n.: 1

Seduta di allenamento n.: 5/8

Durata totale:  90′

Obiettivo tecnico principale: controllo orientato

Sottobiettivi tecnici: smarcamento, 1c1, tiro in porta

 

Prima parte: Attivazione (durata: 30′)

Palleggio individuale (10′) utilizzando entrambi gli arti inferiori

1c1 a rotazione (20′), sei stazioni, goal valido solo quando si ferma il pallone al di là della linea di fondo campo.

 

Seconda parte: Sviluppo capacità coordinative (durata: 20′) 

Circuit Training – due stazioni con sei giocatori ciascunaTra un’esercitazione e l’altra recupero in camminata (vedi figura).           Sei ripetizioni del circuito per giocatore con recupero passivo di 1′ al termine di ognuna.

 

Terza parte: Obiettivo specifico (durata: 20′)

Icky Shuffle su speed ladder → Skip basso (due appoggi) su over 10cm → conduzione palla libera tra paletti → balzelli in rapidità su cerchi con appoggio alternato uno/due piedi

Controllo orientato, trasmissione e tiro in porta – due stazioni da 5 giocatori + due porte (con portieri): A parte conduzione palla libera, dribbling/finta al cono, trasmissione al compagno (B) che effettua lo smarcamento, il quale effettua controllo orientato (libero) e successivo tiro in porta. B recupera la palla ed A prende il posto di B.

 

Quarta parte: attività ludica + eventuale verifica (durata 20′) 

Partita libera 3v3 (due campi), con goal valido solo se il tiro in porta viene effettuato dopo controllo orientato. (10′)
Partita libera 3v3 (due campi) (10′)

5

 

Attivazione (Es. 1): esercizio per il dominio/controllo della palla.

Attivazione (Es. 2): sviluppo 1c1 (a rotazione: i gialli restano fermi nel campo di appartenenza, girano i bianchi): in questo modo si affrontano più avversari e pertanto si cercano continuamente nuove soluzioni al fine di avere la meglio.

Sviluppo capacità coordinative (Es. 3): primo C.T. della stagione che prevede un lavoro anaerobico alattacido in quanto in ogni esercitazione non viene impiegato un tempo superiore agli 8”. Il recupero tra un’esercitazione e l’altra si effettua camminando fino al cono successivo. Vengono stimolate componenti quali: capacità coordinative generali e speciali; capacità condizionali (rapidità).

Obiettivo Specifico (Es. 4): attività che suscita grande interesse nei giocatori in quanto prevede il tiro in porta e pertanto una maggiore stimolazione per raggiungere quello che per loro è l’obiettivo finale (il goal), e che si raggiunge utilizzando tutte le componenti finora allenate (conduzione, smarcamento, trasmissione, controllo orientato).

Attività ludica, con eventuale verifica (Es. 5): in riferimento all’esercizio precedente si gioca un 3c3 con goal valido solo dopo aver effettuato controllo orientato prima del tiro in porta.

Infine (es. 6) la partita viene disputata senza vincoli.

Foto tratta da : http://www.acropoliscup.com/2015/07/20/torneo-internazionale-di-calcio-giovanile-citta-di-agropoli-chi-valorizza-cosa/

Stefano

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial