Pulcini: il controllo orientato di Tobia Bassani (3)

Nr. Giocatori: 12

Mesociclo n.: 1

Seduta di allenamento n.:  3/8

Durata totale: 90′

Obiettivo tecnico principale: controllo orientato

Sottobiettivi tecnici: smarcamento, trasmissione, tecnica di base, 1c1

Prima parte: Attivazione (tot. 25′)

Dominio, controllo e conduzione palla (15′)

Conduzione palla libera nel traffico, largo spazio alla fantasia del giocatore. Incentivare l’utilizzo di finte/dribbling quali “veronica”, “doppio passo”, “elastico”, ecc.

Controllo e conduzione palla (10′) – tre stazioni

Fase 1 (a/r x2): entrata nei due coni con l’interno ed uscita con l’esterno;

Fase 2 (a/r x2): entrata nei due coni con la suola ed uscita con l’esterno;Percorso in conduzione della palla, superare all’interno i due coni, e riprendere la conduzione fino al riferimento successivo.

Fase 3 (a/r x2): entrata nei due coni con un colpo di tacco (“C. Ronaldo”) ed uscita mantendo il controllo totale della palla;

Fase 4 (a/r x2): entrata nei due coni con una “veronica” ed uscita mantenendo il controllo totale della palla.

Seconda parte: Sviluppo capacità coordinative (durata: 20′)

Lavoro su Speed Ladder: due gruppi da 6 giocatori ciascuno:– capovolta + icky shuffle: n.6 ripetizioni in max 8” cad., recupero: camminata ritmo blando;

capovolta + double in-out: n.6 ripetizioni in max 8” cad., recupero: camminata ritmo blando;

capovolta + skip basso frontale con un appoggio all’interno del box ed uno all’esterno: n. 6 ripetizioni in max 8” cad., recupero: camminata ritmo blando;

Al termine di ogni ripetizione (in ogni esercizio), l’allenatore chiama un colore che i giocatori vanno poi ad attaccare

Terza parte: Obiettivo specifico (durata: 20′)

Controllo orientato e trasmissione – analitico, a coppie (durata 10′)

giocatori distanti 6 metri, i quali si posizionano circa un metro dietro ai due segnacampo. La trasmissione della palla avviene sempre frontalmente: il giocatore effettua una ricezione orientata spostandosi lateralmente ed effettua una nuova trasmissione. Il compagno effettua lo stesso esercizio, ricevendo lateralmente e, dopo controllo orientato verso l’interno, trasmette tra i due segnacampo. Il gioco viene effettuato controllando il pallone una volta verso un lato e la volta successiva verso l’altro lato. Inizialmente la ricezione si effettua con l’interno ed eseguita sia con il destro che con il sinistro, altresì la trasmissione va eseguita con entrambi i piedi (in base al posizionamento). (5′)

con le stesse modalità, la ricezione avviene poi con l’esterno piede (5′).

Controllo orientato e trasmissione – analitico, a coppie (durata 10′)

giocatori distanti 6 metri, i quali si posizionano circa un metro dietro ai due segnacampo. La trasmissione della palla avviene sempre in diagonale: il giocatore riceve la palla centralmente, effettua una ricezione orientata verso l’esterno e trasmette nuovamente al compagno tra i due segnacampo, che proseguirà l’esercizio. La ricezione è libera, e, come per la trasmissione, si dovranno utilizzare entrambi i piedi.

Quarta parte: attività ludica + eventuale verifica (durata 25′)

Partita libera, due campi da 3v3, quattro porte (no portieri)

ogni 8′ cambiare squadra avversaria

controllo orientato

Attivazione (Es. 1-2): attività proposte al fine di migliorare il dominio palla del singolo giocatore, fondamentale stimolare la fantasia dei bambini insegnando loro le skills che più si vedono durante le partite dei professionisti. Importante dare un nome alle finte (vedi la “C. Ronaldo”), perché l’associazione diventa assai stimolante nella mente del giocatore, in quanto, per un momento, riesce ad immedesimasi nella parte del proprio idolo.

Sviluppo capacità coordinative (Es. 3): vengono introdotti nuovi stimoli tramite una totale variazione degli esercizi rispetto alle prime due sedute. È stata inserita anche una minima componente psicocinetica.

Obiettivo Specifico (Es. 4-5): Controllo orientato e trasmissione → a partire da questa seduta, si inizia a lavorare con entrambi i piedi, sia in fase di ricezione che di trasmissione. Questa parte, rispetto al solito, si presume più impegnativa e pertanto il tempo di esecuzione è stato ridotto, dando più spazio all’attività ludica finale.

Attività ludica, con eventuale verifica (Es. 6): Partita libera → nemmeno in questa seduta viene proposta una verifica dell’obiettivo tecnico durante l’ultima parte, quindi si continua con delle mini-partite 3c3 a campo ridotto e con quattro porte. A differenza delle due sedute precedenti, vi è maggior tempo a disposizione in questa fase, pertanto tutte e quattro le squadre giocano contro.

 

Foto tratta da : http://www.theblog.it/salute/sport-e-bambini-piccola-guida-per-la-scelta-dellattivita-sportiva-dei-piu-piccoli/

 

 

Stefano

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial