Partita a due sensi

Oggi presento una esercitazione fatta quest’anno con la mia prima squadra: alla finee è risultata divertente ed allenante.

Organizzazione: il gioco si sviluppa su un campo 70×50 circa. Naturalmente le kisure sono in rapporto anche al numero di giocatori a disposizione. Si gioca con due porte regolamentari poste all’altezza dell’area di rigore e 4 porticine poste sui lati del campo.

partita a due sensi

Descrizione: All’interno del campo sono posizionati i 22 giocatori. Le aree di porta sono delimitate da dei conetti. Al via del mister si gioca una partita in senso verticale a tre tocchi. Le squadra devono far gol nella porta difesa dai portieri.

partita a due sensi 2

Durante la partita al fischio del mister si attacca in senso orrizontale. I rossi difendono due porticine mentri i blu difendono le altre due. I portieri saranno attivi (lo scopo è quello di farli abituare a giocare con i piedi) e giocheranno con la propria squadra ma non potranno uscire dall’area.

partita a due sensi 3

Questo cambio di senso di campo potrà essere richiesto dal mister ogniqualvolta ne vede la necessità oppure la situazione.

Come detto prima, provato con la mia squadra, è stato ben recepito e molto divertente. Si sono create tantissimi 2 contro 3, 3 contro 3. E’ stato molto allenante dal punto di vista fisico perchè la situazione mutava in continuazione.

Obiettivi: Cambio gioco, ampiezza, possesso palla, attacco alla porta

Stefano

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial