Situazione di gioco: sponda e tiro in porta

Nel calcio il gioco di sponda è molto utilizzato. Per sponda intendo il passaggio di un giocatore posto di spalle rispetto alla porta avversaria per un compagno che si è smarcato e vuole inserirsi in una azione d’attacco. Naturalmente i giocatori interesssati all’azione sono tre: Il primo che esegue il passaggio/lancio, il secondo che esegue la SPONDA, ed il terzo che si è inserito per ricevere palla. La juve di Conte aveva uno schema ben preciso: passaggio, finta del 1° attaccante, sponda del 2° attaccante per il 1° che si era inserito.

sponda 1 conte

Organizzazione: in un campo regolamentare si crea un quadrato di circa 40 x 40 con all’interno 5/6 giocatori per squadra: al limite dell’area sono posizionato due giocatori (uno per parte) che avranno solo la funzione di fare da SPONDA per l’inserimento di un giocatore per il tiro in porta.

sponda2

Descrizione: La squadra in possesso palla dopo aver eseguito un numero di passaggi (deciso dal mister) può effettuare la trasmissione del pallone per il giocatore-sponda. A questo punto un giocatore posto dentro il rettangolo fa un inserimento verso la porta per il tiro. La sponda deve essere eseguita di prima intenzione. Questo per far si che il “terzo giocatore” esegua velocemente l’inserimento.

Obiettivi: inserimento, possesso palla, SPONDA

Stefano

Leave a Reply

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial